Viareggio

 

 

L’anfora è arrivata in Toscana: Sabato 27 giugno ore 9.30 presso la Casa delle Donne di Viareggio eravamo davvero tante in trepida attesa. Alle 10,00 puntuale vediamo arrivare dalla Pineta Valentina con il trolley rosso al seguito.
Tutte ci siamo precipitate incontro.
Finalmente dopo mesi di attesa l’anfora è arrivata.
La cerimonia di accoglienza presso la Casa delle donne di Viareggio è stata molto toccante, ma non c’è tempo, bisogna correre anzi biciclettare verso il Comune.
Così ripartiamo, l’anfora scortata da me Valentina, Zita dentro la macchina della Polizia Municipale con le bandiere dell’Udi che sventolavano dai finestrini e al nostro seguito tantissime donne in bicicletta e tantissimi campanelli che suonavano.
Arrivate al Comune in attesa c’erano giornalisti e TV locali.
L’anfora tenuta da me e da Valentina è entrata in Comune con le voci del Coro Pucciniano che ne accompagnava solennemente l’ingresso. Al termine del Coro Valentina ed io abbiamo consegnato l’anfora a Ersilia e Zita responsabili della Casa delle Donne di Viareggio. Nel Consiglio Comunale che ne è seguito molte sono state le voci e le parole, toccanti come quelle di Patrizia, di forza come quelle di Ersilia e, infine ASL, Assessorato alle Politiche sociali, medici di base hanno firmato con la Casa delle Donne un Protocollo di intesa contro la violenza sulle donne.
Nel pomeriggio e il giorno dopo gli incontri si sono ripetuti e molti sono stati i biglietti inseriti nell’anfora fino a che non è giunta l’ora di lasciare queste nuove amiche e l’anfora è ripartita per Firenze ( ma ancora non è il suo turno Firenze dovrà aspettare), per poi riprendere oggi lunedì 29 giugno il suo cammino verso Follonica, dove tante altre iniziative accolgono l’arrivo della testimone.
Un caro saluto a tutte alla prossima cronaca….
Raffaella Cotugno

Questa presentazione richiede JavaScript.