Centri e raccolta firme

CENTRI DI RACCOLTA
Possono essere costituiti in ambito locale da:
Sedi Udi registrate;
Singole donne che si collegano al Centro nazionale;
Da donne organizzate che decidono di sostenere la Campagna
Ogni Centro di raccolta locale deve comunicare i propri dati al Centro nazionale, presso la Sede nazionale dell’Udi
I dati sui Centri Locali saranno reperibili anche sul sito 50E50

DOVE SI TROVANO I MODULI PER LA RACCOLTA DELLE FIRME
I moduli vanno richiesti alla Sede nazionale dell’Udi.
Non vanno riprodotti a livello locale.
Allorquando vengono rispediti alla Sede nazionale dell’Udi, dovranno contenere anche una numerazione e la provenienza, da inserire negli appositi spazi in alto (Es: Modulo N°1 Centro di Raccolta di Piombino)

Ogni modulo è predisposto per contenere 40 firme. La cura dell’iter è a carico di ogni Centro di raccolta locale.

COME SI RACCOLGONO LE FIRME
Occorre prima di tutto vidimare i moduli in Tribunale o nei singoli Comuni
La vidimazione del Tribunale può essere usata in tutti i Comuni del territorio.
La vidimazione fatta in Comune è consigliata per i soli residenti di quel Comune
Ogni modulo è predisposto per contenere 40 firme.

DOVE SI EFFETTUA LA VIDIMAZIONE DEI MODULI
in Tribunale
in Comune: Segretario Comunale Capo o un impiegato comunale da lui delegato.

CHI PUÒ FIRMARE
Tutte le cittadine e i cittadini di nazionalità italiana che abbiano compiuto 18 anni.

SI CONSIGLIA…
Lasciare in Comune qualche modulo per consentire ai cittadini di firmare direttamente in quel luogo
Per la raccolta in luoghi aperti (es. mercati o piazze) è bene avere più moduli per i firmatari dei Comuni limitrofi;
È bene convogliare nello stesso modulo i firmatari di uno stesso Comune, in previsione del suo successivo passaggio in Comune per la certifica elettorale. La presenza di firmatari di altri Comuni, comporta spostare quel modulo da un Comune all’altro, perdendo tempo prezioso! Chiedere un documento per accertarsi dei dati reali della persona.

CHI PUÒ AUTENTICARE LE FIRME AI BANCHETTI
Comune e Provincia: i consiglieri comunali e provinciali devono solo comunicare la loro disponibilità al Sindaco o Presidente della Provincia; i funzionari comunali o provinciali devono essere autorizzati dal Sindaco o dal Presidente della Provincia (qualsiasi dipendente può essere autorizzato)

NON HANNO BISOGNO DI NESSUNA AUTORIZZAZIONE
Assessori comunali e provinciali,
Presidenti di Consigli comunali e provinciali,
Segretari comunali e provinciali
Presidenti e Vice Presidenti dei Consigli circoscrizionali

COSA CHIEDERE A CHI VUOLE FIRMARE
per prima cosa la residenza, poi la nazionalità, l’età e un documento d’identità valido per identificare la persona e per evitare errori nella compilazione del dati

COME SI COMPILA IL MODULO CON LE FIRME
scrivere a stampatello sulle rispettive colonne e righe del modulo
nome e cognome (vanno indicati anche i nomi doppi),
luogo di nascita (se nato all’estero mettere solo il nome dello Stato)
data di nascita
indirizzo
comune di residenza
FIRMA autografata

PER L’AUTENTICA
Lo spazio che sta alla fine del modulo deve essere compilato in tutte le sue parti con timbro dell’ufficio, il timbro (o il nome e la carica scritti in STAMPATELLO) e la firma dell’autenticatore/trice. Mettere correttamente il numero delle firme raccolte in ogni modulo.
Occhio agli errori!
Se vi accorgete di un errore dovete farlo correggere all’autenticatore/trice: non potete farlo voi.
Accanto ad ogni correzione, occorre un ulteriore bollo dell’ufficio ed un’ulteriore firma dell’autenticatore

SI CONSIGLIA
Quando si commettono errori, meglio tracciare una intera riga e riscrivere nuovamente

CERTIFICAZIONE ELETTORALE
I moduli contenenti le firme autenticate devono essere portati all’ufficio elettorale del Comune per il rilascio della certificazione con cui si conferma che il firmatario è effettivamente elettore di quel Comune, apponendo di fianco alla firma, nell’apposito spazio, il numero di iscrizione alle liste elettorali del firmatario. Infine compila, firma e timbra l’apposito spazio posto alla fine del modulo.
Si consiglia di consegnare all’anagrafe comunale i moduli appena completati per accorciare i tempi.

AL MOMENTO DEL RITIRO DELLE FIRME CERTIFICATE
Bisogna controllare che: lo spazio per la certificazione sia compilato in tutte le sue parti ci siano tutti i timbri;
la data della certificazione non sia antecedente alla data dell’autenticazione e della vidimazione. Se il funzionario erroneamente sbaglia, l’ufficio elettorale deve dichiararlo sullo stesso moduli o su fogli a parte che si allega. Se nello stesso modulo ci sono sottoscrittori non residenti nello stesso comune si trascrivono su un modulino apposito i nomi da certificare e si consegnano ai rispettivi Comuni. Una volta certificati, vanno allegati al modulo d’origine

Per ulteriori informazioni contattare la Sede dell’Udi nazionale che è in possesso del regolamento più dettagliato

Soprattutto, non spaventatevi.
È più semplice del previsto.
Basta cominciare e dare continuità.

Buon lavoro a tutte !

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...